Domande frequenti

Di seguito sono riportate delle brevi risposte alla maggior parte delle domande che ci vengono fatte piú spesso, riguardo agli investimenti in vino, tra cui perché il vino è un buon investimento, i rendimenti previsti sull’investimento e come effettuare un investimento.

Scroll
FAQ

Il vino come investimento

  • PERCHÉ IL VINO È UN BUON INVESTIMENTO?

    La produzione costante, la domanda crescente grazie ad un interesse e ad un potere d’acquisto in ascesa, il calo dell’approvvigionamento dovuto al consumo costante, la qualità che cresce con la maturazione del vino e gli aumenti annuali dei prezzi delle nuove annate indicano che il prezzo dei vini raffinati aumenta nel corso del tempo fanno si che il vino possa considerarsi un buon investimento.

  • QUALI SONO LE CONDIZIONI DA RISPETTARE PER INVESTIRE IN VINO?

    Investire in vino presuppone una vasta conoscenza riguardo vini e commercio di vini, presuppone prezzi di compravendita vantaggiosi e richiede la conservazione corretta del vino. Storicamente, l’investimento in vino era prerogativa dei collezionisti e dei commercianti di vino professionisti.

    RareWine vanta un’esperienza di oltre quindici anni nel commercio di vini esclusivi e rari, un’ampia conoscenza del mercato, una rete commerciale internazionale e un proprio magazzino con una capacità di oltre due milioni e mezzo di bottiglie.

    Pertanto, RareWine Invest può offrire a tutti l’opportunità di investire in vino a prezzi di mercato.

  • QUALI VINI SONO PIÙ ADATTI PER UN INVESTIMENTO?

    In linea di principio, sono idonee per gli investimenti solo le annate maggiori di vini di prima scelta apprezzate dai critici, che possono essere conservate da produttori celebri e rinomati. Pertanto, meno dello 0,1% della produzione mondiale si qualifica come vino da investimento.

    Inoltre, è preferibile investire su vini in perfette condizioni e conservati correttamente, e il prezzo del vino deve – giustamente – essere accattivante rispetto al mercato in generale e ad altri vini simili.

  • CHE COSA BISOGNA SAPERE QUANDO SI INVESTE SUL VINO?

    RareWine Invest conosce tutte le insidie e sarà lieta di assisterti a 360 gradi, dalla consulenza, alla composizione del portafoglio, passando per l’acquisto del vino a prezzo di mercato senza accise e IVA, la conservazione in un magazzino doganale, assistenza continua e la compravendita del vino.

    A meno che tu non sia già attivo a livello professionale nel commercio o nell’investimento in vino, dovresti avvalerti della migliore consulenza professionale sugli investimenti e conoscere i prezzi che regolano tale consulenza, la compravendita e i servizi correnti.

Rendimento, strategia e rischio

  • QUALI SONO I RENDIMENTI PREVISTI PER UN INVESTIMENTO IN VINO TRAMITE RAREWINE INVEST?

    Considerata la nostra approfondita conoscenza del mercato del vino e la nostra comprovata esperienza in termini di investimenti, ci aspettiamo che un investimento a lungo termine sul vino possa offrire un rendimento annuale superiore all’8%, con rendimenti stabili ma relativamente bassi nei primi anni per poi diventare più consistenti nel corso del tempo.

    I rendimenti storici non costituiscono una garanzia per quelli futuri, e i rendimenti effettivamente realizzati potrebbero discostarsi da quelli previsti. Si prega di notare che il rendimento dell’investimento in vino può anche essere negativo.

  • QUANTO SI DOVREBBE INVESTIRE?

    Con RareWine Invest, ’investimento minimo è pari a 10.000 EUR, ma consigliamo di investire almeno 40.000 EUR, per non precludersi ulteriori opportunità in termini di selezione dei vini su cui investire, garanzia di una migliore distribuzione del rischio e riduzione dei costi.

  • QUAL È L’ORIZZONTE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO?

    Consigliamo un orizzonte di investimento di almeno cinque anni, dato che un orizzonte temporale più lungo offre rendimenti più stabili e un rischio più basso. È possibile effettuare anche investimenti più brevi, che consentono di ottenere rendimenti più elevati in tempi ridotti, ma, considerato il periodo più breve, il rischio è maggiore. Salvo poche eccezioni, non ci si deve aspettare rendimenti significativi nei primissimi anni.

  • QUALI VINI SONO INCLUSI NEL PORTAFOGLIO OPTIMUM?

    Per ottenere il rendimento massimo con un rischio minimo, consigliamo di creare un portafoglio ampio, con vini diversi su cui investire. In particolare, il portafoglio dovrebbe comprendere vini più giovani e immaturi e, in misura minore, annate mature, soprattutto di Borgogna e Champagne, qualche vino italiano, americano e tedesco, nonché una selezione di vini Bordeaux, vini liquorosi e superalcolici.

    Una caratteristica che dovrebbe accomunare tutti i vini è che, oltre a soddisfare i criteri di investimento in vino, il loro consumo non dovrebbe conoscere interruzioni ed essere oggetto di speculazione soltanto in forma ridotta, come accade soprattutto per quanto riguarda i vini giovani e immaturi.

  • QUALE RISCHIO SI CORRE INVESTENDO IN VINO?

    Storicamente, i vini da investimento hanno offerto un rendimento maggiore e sono stati soggetti a un rischio più basso rispetto alle azioni. Negli ultimi dieci anni, il rendimento risk-adjusted su questo tipo di investimento è stato maggiore rispetto agli investimenti su azioni.

    I maggiori fattori di rischio che caratterizzano l’investimento in vino sono una consulenza scadente, prezzi d’acquisto troppo elevati, la conservazione non corretta, prezzi di vendita troppo bassi e costi correnti troppo alti.

Prezzi e costi

  • QUANTO COSTA ACQUISTARE IL VINO DA INVESTIMENTO?

    Il vino è venduto a prezzo di mercato, senza alcun supplemento per i costi di compravendita o intermediazione; inoltre, l’acquisto non presuppone l’acquisto di altri servizi.

    La consulenza sugli investimenti fornita in relazione all’acquisto del vino su cui investire è gratuita e senza impegno.

  • QUANTO COSTA LA SPEDIZIONE?

    La consegna al magazzino doganale di Nordic Freeport a Vester Hassing, a nord di Aalborg, è gratuita, mentre la consegna in Danimarca e nel resto del mondo è possibile previo il pagamento di dazi doganali, accise, IVA e costi di spedizione.

  • QUALI SONO I COSTI CORRENTI?

    In linea di principio, l’investimento in vino presuppone un’assicurazione e i costi di conservazione. Partendo dal presupposto che ci si avvalga di Nordic Freeport per la conservazione, il prezzo annuale è pari allo 0,7% del valore del portafoglio. In questo modo, il vino viene conservato in condizioni ottimali e verificate, e si evita il rischio di perdere valore o danneggiarlo. Inoltre, il vino dispone di una copertura assicurativa completa equivalente al 110% del valore del vino.

  • QUANTO COSTA VENDERE IL VINO?

    Si consiglia di sottoscrivere un contratto preventivo di vendita su commissione con RareWine per ottenere un interessante tasso di vendita su commissione di appena il 5-10% sul prezzo di vendita. In questo modo, abbiamo il reciproco interesse a ottenere il prezzo più alto possibile per i vini. È una soluzione semplice e sicura.

    Se si preferisce non avvalersi di un accordo di vendita su commissione con RareWine è possibile vendere autonomamente i vini. In caso di vendita autonoma, il prezzo di vendita spetta interamente al venditore. Tuttavia, si prega di notare che la vendita tramite una comune casa d’aste comporta costi pari al 30-40% del prezzo di vendita, oltre a diversi fattori di rischio operativi.

Conservazione

  • COME BISOGNA CONSERVARE IL VINO?

    Il vino deve essere conservato in posizione orizzontale, a una temperatura costante di circa 12 gradi e ad un tasso di umidità pari a circa il 75%. Inoltre, non deve essere esposto alla luce diretta del sole o a vibrazioni.

  • RAREWINE INVEST OFFRE IL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE DEL VINO?

    Sì. RareWine Invest dispone dell’unico magazzino doganale pubblico dell’Unione Europea per vini e alcolici, gestito come società indipendente con la ragione sociale Nordic Freeport e offre una capacità di deposito di oltre 2.500.000 bottiglie di vino in ottime condizioni.

  • IL VINO È ASSICURATO?

    Il vino conservato da Nordic Freeport è assicurato, ovviamente. In caso di perdite o danni, il vino viene riacquistato o sostituito a un tasso del 110% del suo valore corrente.

  • È POSSIBILE ESAMINARE IL PROPRIO VINO?

    Certo, Nordic Freeport è aperto dalle 10:00 alle 15:00 nei giorni lavorativi e, durante tali orari, è possibile esaminare, consegnare e ritirare il vino, ma è richiesto almeno un giorno lavorativo di preavviso.

Proprietà

  • DI CHI È IL VINO?

    In qualità di investitore, tu acquisti il vino e, di conseguenza, ne sei anche il proprietario.

  • POSSO SCEGLIERE DI VENDERE O CONSUMARE IL MIO VINO?

    Sì, in qualità di proprietario, sei tu a decidere se vendere o consumare il vino. Tuttavia, si prega di notare che, se è stato sottoscritto un contratto di vendita su commissione per ottenere un prezzo interessante per la vendita successiva, verrà applicata una penale di importo paragonabile a quanto stabilito nel suddetto contratto qualora si decidesse di consumare il vino.

  • COME VENGONO GARANTITI I MIEI DIRITTI DI PROPRIETÀ?

    Ad ogni investitore viene assegnato un ID cliente univoco al momento dell´inizio della conservazione del vino a Nordic Freeport.

    Il vino viene imballato su uno o più pallet chiaramente contrassegnati con il suddetto ID cliente ed etichettati in modo tale da segnalare in modo univoco che il vino è di proprietà di terzi, facendo riferimento all’elenco clienti.

    I vini degli investitori non vengono mai mescolati e sui pallet non vengono mai riposti i vini di più investitori.

  • COSA SUCCEDE SE RAREWINE INVEST O NORDIC FREEPORT INTERROMPONO LA LORO ATTIVITÀ O FALLISCONO?

    Se RareWine Invest interrompe la sua attività o fallisce è irrilevante perché, in qualità di investitore, sei tu il proprietario del vino. Pertanto, l’attività di Nordic Freeport può proseguire senza alcun cambiamento.

    Tutte le merci conservate presso Nordic Freeport sono chiaramente contrassegnate con l’ID cliente univoco del proprietario e, pertanto, i diritti di proprietà dell’investitore vengono sempre garantiti, anche nel caso in cui Nordic Freeport dovesse fallire.