Articolo - RareWine Academy

L’Estimatore del Vino Contro L'Investitore Vinicolo

Il mondo del vino è stato sempre diviso in "santi" estimatori di vino e "cinici" investitori vinicoli. Tuttavia, entrambe le parti hanno molto per cui ringraziarsi a vicenda.

"La tua coscienza deve ucciderti, str*nzo." Questa affermazione aggressiva avrebbe potuto essere facilmente sentita in un'accesa conversazione nel mondo del vino. Un mondo tradizionalmente diviso in estimatori del vino "santi" e investitori vinicoli "cinici". Pertanto, è spesso l’estimatore del vino che ha una colluttazione pronta per l'investitore vinicolo, che è spesso accusato di distruggere il mercato del vino e bloccare l'accesso al vino per le persone con redditi comuni.

Ma le accuse contro l'investitore vinicolo sono spesso infondate e in realtà sia il romantico che l'investitore hanno molto di cui ringraziarsi a vicenda. Che tu sia un romantico o un investitore, continua a leggere qui. La riconciliazione è in vista.

Odi et Amo

Salvo poche eccezioni, tutto il vino prima o poi finisce per essere bevuto - è solo una questione di quando. L’estimatore e l'investitore vinicolo sono spesso in conflitto, ma in realtà dovrebbero ringraziarsi a vicenda.

Nessuno fa un lavoro migliore dell’estimatore quando si tratta di promuovere la gioia del vino contribuendo quindi all'aumento della domanda globale, che alla fine contribuisce a far sì che l'investitore vinicolo ottenga un maggiore ritorno sul suo investimento.

Nella ricerca di stabilità e di rendimenti dell'investitore, l'investitore vinicolo contribuisce a ridurre la perdita di vini a causa di una manipolazione scorretta, fa sì che più vini vengono bevuti solo quando sono pronti ad essere bevuti e che annate leggendarie, possano essere gustate in futuro dal maggior numero possibile a beneficio sia degli amanti del vino vecchio che di quello nuovo. In altre parole, l'investitore vinicolo aiuta a limitare gli sprechi e che più amanti del vino possano avere esperienze addirittura migliori, degustando vini perfettamente maturati.

Senza l'investitore vinicolo, più vini perirebbero e l'offerta di vini maturi sarebbe minore, con prezzi quindi anche più alti.

La Caccia al Profitto Previene il "Massacro dei Giovani" del Vino

Il fatto che il miglior ritorno sull'investimento in vino si ottenga immagazzinando i vini fino a quando sono pronti ad essere bevuti e la domanda aumenti, contribuisce anche a far sì che meno vini siano esposti a ciò che negli ambienti vinicoli, forse un po´ morbosamente, viene chiamato "Massacro dei Giovani", cioè, che un vino venga bevuto prima che si sia completamente sviluppato, e prima tutto il potenziale si sia realizzato - il che è un peccato.

Il fatto che più vini siano immagazzinati e che si bevano meno vini immaturi è una conseguenza naturale della caccia al profitto dell'investitore vinicolo, che alla fine porta a meno "massacri dei giovani".

Mano Sprechi Inutili e Fastidiosi

Se sei un membro anche solo di un gruppo vinicolo su Facebook, conoscerai i numerosi post sulle cantine che sono state ereditate, ma da un punto di vista del vino, purtroppo 20 anni troppo tardi. Quello che un tempo era buon vino si è trasformato in "aceto acido". Ciò non accade quando il vino è di proprietà di un investitore vinicolo che, mentre il vino si avvicina alla fine della sua finestra di bevibilità, sperimenterà aumenti annuali dei prezzi più bassi, e quindi sarà naturalmente motivato a vendere il vino in modo che possa essere bevuto prima che sia troppo tardi.

Molti dei migliori vini possono durare 30, 40 e 50 anni e, mentre si avvicinano alla fine della loro finestra ottimale per essere bevuti, gradualmente inizia ad acquisire lo status di "oggetto da collezione". Tuttavia, ciò permetterà la possibilità di fare un viaggio nel tempo del mondo del vino, che nonostante il vino probabilmente era più buono 10 anni prima, regalerà a molti un’esperienza sublime.

Il rendimento annuale, dopo la scadenza della finestra ottimale di bevibilità di un vino, sarà spesso inferiore, motivo per cui l'investitore è naturalmente motivato a vendere il vino prima della “data di scadenza”. L'investitore vinicolo contribuisce quindi a garantire che i vini siano conservati - ma non per troppo tempo.

"Il Vino Dovrebbe Essere Bevuto e Gustato – Non una Speculazione"

È ciò che spesso sentiremo dire agli scettici estimatori del vino. Gli stessi estimatori che, da un lato, costituiscono la spina dorsale del corpo ambasciatore del mondo del vino. Pertanto, essi intraprendono un grande compito nel coinvolgere nuovi discepoli. D'altra parte, purtroppo, sono anche loro che per negligenza finiscono per essere i più grandi peccatori della propria religione.

Il caso vuole che la maggior parte dei vini che vengono maneggiati o conservati in modo errato o che vengono conservati per troppo tempo si trovino proprio nelle cantine di questi estimatori. Molti comprano più di quanto possano mai bere, mentre altri perdono interesse e dimenticano i vini in cantina con la triste conseguenza che i vini qui non realizzeranno mai il loro destino, e in pratica avrebbero fatto la stessa fine se fossero stati versati nel bidet invece di essere imbottigliati. Molti vini vengono quindi conservati sia in modo errato che per troppo tempo, il che purtroppo contribuisce al fatto che ogni giorno i vini migliori ormai troppo acerbi o danneggiati, debbano essere versati direttamente nel bidet subito dopo l'apertura.

Paradossalmente, è più spesso l’estimatore che, con una visione d'insieme e un interesse persi, contribuisce inavvertitamente alla morte e al non essere mai bevuti e goduti di fantastici vini. Una triste perdita che l'investitore vinicolo non avrebbe mai permesso.

Vecchia annata 1981 di Petrus conservata in cantina Vecchia annata 1981 di Petrus conservata in cantina

Viaggio nel Tempo nel Mondo del Vino con i Tuoi Bambini

Immagina che da giovane appassionato di vino, sia stato nel tuo incontro con l'ormai leggendaria annata di Bordeaux del 1982 che è sbocciato il tuo amore per il vino. Un amore che hai trasmesso ai tuoi figli ormai adulti. Una sera seduto e condividendo una bottiglia di vino per la millesima volta, sospiri speranzoso di poter un giorno l’annata leggendaria e storica 1982 con i tuoi figli. Ma sfortunatamente, il vino è insostenibile - o nella migliore delle ipotesi molto, molto costoso, e rimane un sogno.

La maggior parte dei grandi vini di Bordeaux dell'anno 1982 sono stati bevuti già da molto tempo e la maggior parte delle bottiglie rimanenti si trova in cantine private. Quando vengono raramente messi in vendita, è spesso a prezzi elevati e con grande incertezza su come sono stati immagazzinati dagli anni '80 e fino ad oggi.

Fortunatamente, c'erano alcuni amanti del vino negli anni '80 abbastanza lungimiranti da fare acquisti con un occhio per la rivendita. È quindi più spesso grazie ai primi investitori vinicoli che oggi ci sono vini d'annata perfettamente conservati, e quindi anche l'opportunità di rivivere i ricordi con i nostri figli - anche se questi furono prodotti anni prima della loro nascita.

Come investitore vinicolo, non prendi nulla a nessuno: salvi il vino per il futuro dei suoi estimatori, e dei loro bambini.

I Prezzi del Vino Vengono Spinti Verso L'Alto...

... Ma solo nel breve termine.

È ben chiaro che quando la domanda di vini rari aumenta, aumentano anche i prezzi. Pertanto, l'acquisto motivato dall'investimento contribuirà naturalmente all'aumento dei prezzi qui e ora. Ma quando si tratta semplicemente di posticipare il tempo di bevibilità, significa semplicemente che l'offerta sarà maggiore in un secondo momento, ad esempio quando il vino dopo 10-15 anni in cantina sarà pronto ad essere bevuto ed immesso nel mercato.

Quindi, anche se l'investitore vinicolo aiuta a far salire i prezzi dei giovani vini immaturi, in futuro sperimenterai una gamma più ampia di vini maturi a prezzi inferiori rispetto al caso in cui la maggior parte dei vini fosse stata bevuta prima che fossero maturi.

Una Bottiglia di Vino Può Essere Bevuta Solo una Volta

I bei vecchi tempi in cui si poteva bussare alla porta dei migliori produttori della Borgogna e comprare Grand Cru nella porta del fienile per pochi euro sono lontani e non torneranno mai più. Il forte aumento della domanda trainata dai consumatori da solo è il motivo per cui questi vini oggi costano migliaia di euro. Inoltre, la domanda speculativa, che ha ulteriormente contribuito all'aumento alle stelle dei prezzi del vino negli ultimi 30 anni.

Indipendentemente dal gruppo a cui appartieni, dopo tutto hai ancora in comune con l’altra fazione l'amore per il vino. E con questo appurato, il vino romantico e l'investitore vinicolo dovrebbero inviarsi un pensiero amorevole e brindare che i loro acquisti di vino contribuiscono a non far bere prematuramente e morire meno vini - proprio come i vini maturi che in futuro saranno più accessibili agli estimatori. Quindi, si può anche parlare del fatto che i due poli esterni sono in realtà yin e yan.

Finché il vino alla fine viene bevuto e diffonde gioia, non c'è motivo di una cattiva coscienza - un vino può essere bevuto solo una volta, quindi assicurati di goderti il momento e inviare un pensiero a coloro che lo hanno reso possibile.

Contatta RareWine Invest

Compila il modulo per essere contattato da noi il prima possibile