Articolo - RareWine Academy

Napa Valley - La Roccaforte dei Più Grandi Vini Americani

L'iconica Napa Valley non è solo sede di alcuni dei migliori vini del mondo, ma anche il luogo di nascita della vinificazione negli Stati Uniti.

Se non hai già familiarità con i più grandi vini della Napa Valley, è arrivato il momento di allargare i tuoi orizzonti. I giorni in cui i migliori vini del mondo venivano prodotti solamente in Francia sono lontani. Continua a leggere per scoprire perché non puoi ignorare la Napa Valley e, cosa più importante, quali vini semplicemente devi provare.

Perché Dovresti Conoscere la Napa Valley?

Non è un segreto che enormi quantità di vino vengono prodotte in California sulla costa occidentale degli Stati Uniti, ma pochi luoghi sono di alta qualità come questa piccola valle nel nord dello stato. Infatti, sebbene la superficie dei vigneti nella Napa Valley sia solo il 4% della superficie totale dei vigneti in California, Napa Valley è responsabile di ben il 25% delle vendite totali di vino californiano.

Con poco più di 18.000 ettari, la Napa Valley è piantata con meno del 15% di ciò che si trova a Bordeaux e significativamente meno dei 30.000 ettari della Borgogna. Ci sono 475 cantine nella zona, che producono un totale di circa 1000 vini diversi ogni anno.

Il duro lavoro e una manciata di produttori ostinati hanno portato Napa Valley a stabilire il suo nome nel corso del XX secolo come luogo per i migliori vini Cabernet Sauvignon negli Stati Uniti e, forse, nel mondo.

C'è sicuramente un buon rapporto qualità-prezzo nella Napa Valley. I critici del vino sono quasi in fila per assegnare i magici 100 punti ai migliori vini della piccola valle, eppure possono essere acquistati a prezzi significativamente inferiori rispetto alla qualità comparabile di Bordeaux. Ma non è sempre stato così...

napa-valley-sign Napa Valley - Il Sogno Americano Fatto Vino.

La Storia della Napa Valley e la Produzione Vinicola

Una buona ora e mezza a nord di San Francisco si trova la città di Napa, che ha anche dato il nome alla Contea di Napa e alla bellissima Napa Valley, che nel 1980 divenne la prima AVA ufficiale d'America (American Viticultural Area = Area di Viticoltura Americana). L'AVA è la classificazione americana delle regioni vinicole.

Tuttavia, la produzione vinicola nella zona iniziò già a metà del 1800, ma soprattutto il divieto di alcol negli Stati Uniti negli anni dal 1920 al 1933 ha dato un gran colpo alla motivazione e le risorse finanziarie dai produttori. Pertanto, è solo a metà degli anni '60 che lo sviluppo nella zona ricomincia a decollare.

Tuttavia, c'erano solo una manciata di produttori che osavano concentrarsi sulla qualità piuttosto che sulla quantità, ma la loro persistenza attirò l'attenzione, e più produttori arrivarono nella zona. Beringer, Beaulieu, Inglenook, Christian Brothers e Charles Krug furono tra le cantine che perseverò negli anni difficili dopo il proibizionismo.

Negli anni '70, i primi piccoli produttori si stabilirono e stabilirono il loro vigneti. Mayacamas fu uno dei primi, aprendo la strada a proprietà come Diamond Creek e Heitz. Questi piccoli cosiddetti "produttori di garage" hanno davvero contribuito a plasmare la zona nel corso degli anni, creando l'entusiasmo che rende ancora oggi questi vini molto attraenti.

Seguirono produttori classici come Robert Mondavi, Freemark Abbey e Chateau Montelena. Tutti i produttori potevano vedere la qualità nei terreni unici, il clima caldo e l'esposizione della valle. La ricerca di una regione vinicola in grado di competere con i migliori del mondo era in corso!

Nel 1976 ci fu la famosa "degustazione di Parigi". Degustazione in cui uno Chardonnay di Chateau Montelena batté i più grandi vini bianchi della Borgogna e Stags Leaps Cabernet ha battuto il meglio da Bordeaux. Una degustazione organizzata da un inglese in Francia, ma che gli americani si sono affrettati a sfruttare per scopi di marketing.

Oggi, la Napa Valley è un meraviglioso mix di grandi e piccoli produttori. L’area si è affermata non solo come la migliore sotto-regione della California, ma come uno dei posti migliori al mondo per produrre Cabernet Sauvignon. I vini da qui sono alla pari con i migliori vini di Bordeaux e dell'Italia, ma di solito a un prezzo inferiore.

Sotto Aree della Napa Valley

La Napa Valley in sé non è molto grande, ma ci sono 13 diverse aree AVA nella regione. Ogni AVA si trova intorno a una città più piccola, e ognuna ha le sue caratteristiche. Alcune delle principali sotto-aree sono:

Calistoga

Calistoga è l'AVA più settentrionale della Napa Valley. È la zona più calda, ma anche l'area con la maggiore differenza tra le temperature diurne e notturne. Il terreno ha tratti vulcanici, con rocce più grandi su per i pendii e ghiaia verso le zone più basse. Calistoga è particolarmente conosciuta per vini potenti con grande profondità.

Rutherford

Situato a nord di Oakville e a sud di St. Helena, Rutherford si trova nel cuore della valle - proprio dove tutto si unisce. Il caldo è moderato ed equilibrato dalla fresca nebbia mattutina, e le uve qui beneficiano anche della grande differenza tra le temperature diurne e quelle notturne. I vini sono caratterizzati da molta complessità e diversità.

Distretto di Oak Knoll

Il distretto di Oak Knoll si trova nella parte più meridionale della Napa Valley ed è fortemente influenzato dalle fresche brezze della baia di San Pablo. Il terreno ha suolo alluvionale e un po 'di terreno vulcanico. Le temperature più basse della zona consentono sia al Riesling che al Sauvignon Blanc di funzionare in questa estremità della valle. Naturalmente, si possono trovare anche Merlot e Cabernet Sauvignon, che appaiono più freschi dei vini della parte settentrionale della valle.

Carneros

Carneros è un AVA leggermente diverso, in quanto copre il fondo della Napa Valley, così come il fondo della Sonoma Valley. Si estende lungo la linea settentrionale della baia di San Pablo, che anche qui influisce sul clima. La maggior parte della stagione è fresca ma allo stesso tempo stabile - sia all'inizio che alla fine della stagione. Questo rende condizioni perfette per il Pinot Nero; il meglio della regione può essere trovato qui. Tenendo presente il cambiamento climatico, anche Syrah sta iniziando a mostrare risultati eccellenti qui.

Monte Howell

Negli ultimi anni si è prestata maggiore attenzione alle zone di montagna. Il monte Howell si trova sul lato est della valle e parte da poco più di 400 metri. I vigneti sono tutti situati al di sopra della nebbia mattutina e il mare quasi non li influenza. I suoli vulcanici aiutano a preservare la freschezza dei vini. Soprattutto i vini a base di Cabernet Sauvignon e Merlot mostrano grande finezza e lunghezza.

Monte Veeder

Il Monte Veeder si trova sul lato ovest della valle, al confine con Sonoma, nella catena montuosa Mayacamas. I vigneti sono situati ad altitudini fino a 800 metri con terreni poveri ma con un buon drenaggio. L'altitudine da sola aiuta a creare temperature fresche e la maggior parte dei vini appare con una bella eleganza. Cabernet Sauvignon e Merlot sono i vitigni dominanti del Monte Veeder

Napa Valley Vigneti Lunghi tratti di vigneti e colline all´orizzonte.

Clima e Suolo nella Napa Valley

La Napa Valley è estremamente complessa nella sua composizione del suolo. Come il resto della California, la valle è situata sul bordo di due placche tettoniche che si scontrano, il che rende il suolo relativamente giovane. La complessità è conseguenza dell'abrasione degli ultimi anni causata dalle molteplici collisioni e retrazioni di queste placche.

Questo ha lasciato grandi depositi vulcanici attraverso la valle, noti come Napa Bench. Qui, il terreno è abbastanza ottimale per la coltivazione dell'uva. La combinazione di minerali e antichi terreni vulcanici è piuttosto unica.

Inoltre, la valle stessa si trova tra due catene montuose, permettendo all'area di essere divisa in due zone principali. Il fondovalle è generalmente caldo, con l'influenza della nebbia mattutina proveniente dalla baia di San Pablo. La maggior parte dei produttori di vino classici si trova qui. Le due catene montuose offrono altitudine, e quindi freschezza. Ciò si traduce in vini con una freschezza diversa.

La Napa Valley ha un clima mediterraneo, il che significa estati molto calde e inverni più freddi. La maggior parte delle precipitazioni non avviene durante la stagione di crescita per le viti, quindi la giusta composizione del terreno è essenziale. Il terreno deve contenere sia l'acqua che è caduta in inverno, ma anche essere in grado di smaltire l'acqua in eccesso.

Altre importanti influenze climatiche provengono dai venti freddi del mare. Il vento freddo entra sia a nord della valle che a sud attraverso la baia di San Pablo. L'aria fresca crea foschia, che aiuta a raffreddare le uve nelle prime ore del mattino. La differenza creata tra le temperature diurne e notturne aiuta a preservare una migliore acidità nelle uve. Infine, aiuta a creare un bellissimo equilibrio nei vini.

Negli ultimi anni, il cambiamento climatico è stato un problema importante nella Napa Valley, così come nel resto della California. Grandi incendi si sono diffusi in gran parte dell'area, influenzando criticamente i raccolti.

Vitigni nella Napa Valley

I diversi tipi di terreno della Napa Valley, uniti alle esposizioni leggermente diverse, permettono di coltivare qui diversi vitigni, e di alta qualità.

Il Cabernet Sauvignon è il re della valle, non solo in termini di quantità ma sicuramente in termini di fama. Ben oltre il 50% di tutte le uve piantate nella Napa Valley sono Cabernet Sauvignon. L'uva si sviluppa molto bene sia sul fondovalle che in alcuni dei vigneti di altitudine più elevata. Nella valle, i vini hanno più intensità e struttura compatta; sulle colline si ottiene più acidità, che risulta in vini con una freschezza diversa e uno stile più leggero.

Lo Chardonnay è secondo nella lista, equivalente a poco meno del 15% delle uve nella valle. Nei luoghi in cui lo Chardonnay può ottenere un po' di freschezza si ottengono vini con più ricchezza. Nelle zone più calde, produce invece grandi vini potenti con molta complessità. Spesso, questi vini vengono invecchiati in botte per creare il giusto equilibrio e intensità nei vini.

Merlot è l’uva prossimo in lista con meno dell'8% delle produzioni nella Napa Valley. Un vitigno che in alcuni casi sta da solo e mostra alcuni dei migliori Merlot a vite singola, al di fuori di Pomerol. Una grande quantità viene miscelata a Cabernet Sauvignon, proprio come viene fatto nei migliori castelli di Bordeaux.

Inoltre, ci sono Pinot Nero, Sauvignon Blanc e Zinfandel - tutti con percentuali più basse. Soprattutto nelle parti più fresche, nella zona meridionale della Napa Valley, è possibile lavorare con alcune delle uve che beneficiano di climi più freddi.

Produttori Degni di Nota nella Napa Valley

Ad oggi, ci sono molti produttori degni di nota nella Napa Valley, anche se l'area è relativamente piccola. Il livello di base è altissimo. Di seguito trovi elencati sette produttori che semplicemente devi conoscere.

Screaming Eagle, una cantina molto piccola, ma una delle più ricercate e pubblicizzate. Screaming Eagle rappresenta una piccola produzione di alcuni dei migliori vini della Napa Valley e dai prezzi più alti. Screaming Eagle ha un vigneto relativamente piccolo (< 20ha) appena fuori dalla cantina che si trova a Oakville dove è il vino di riferimento. Il loro vino rosso è prodotto da una classica miscela bordeaux di Cabernet Sauvignon, Merlot e Cabernet Franc. Anche una piccola quantità di vino bianco è prodotta qui, a base di Sauvignon Blanc, ed è ancora più cult del rosso.

Robert Mondavi è l'uomo che ha davvero contribuito a promuovere la Napa Valley attraverso vini ai massimi livelli. Quando lasciò la cantina della famiglia Charles M. Krug nel 1966, molti pensarono che fosse per rilassarsi, ma in realtà finì per creare la propria cantina - e il resto è storia. Fin dall'inizio, l'attenzione fu rivolta alla produzione di vini Cabernet Sauvignon alla pari con i migliori al mondo - e Robert Mondavi ci è sicuramente riuscito. Nel 2004, la Robert Mondavi Winery è stato venduta a Constellation Brands e Robert stesso è stato in grado di ritirarsi come una delle più grandi icone nella storia della Napa Valley.

Opus One - Se dici Robert Mondavi, non puoi evitare di dire Opus One, pensando alla prima collaborazione transatlantica. Robert Mondavi incontrò il leggendario barone Philippe de Rothschild in vacanza alle Hawaii. Fu lì che nacque idea di fare un vino insieme nella Napa Valley, sulla base dell'esperienza che la famiglia Rothschild poteva portare. La famiglia Rothschild produce vino di alto livello al Château Mouton-Rothschild di Bordeaux da cent'anni. Il frutto dell’amore dei due leggendari produttori divenne Opus One. Dalla sua prima annata nel 1979, Opus One è stato un successo che è solamente migliorato nel corso degli anni. Oggi, Opus One è senza dubbio una delle principali cantine della Napa Valley.

Harlan Estate è stata fondata nel 1984 dal miliardario Bill Harlan nella parte occidentale di Oakville. Harlan acquistò poco più di 100 ettari e piantò 16 ettari con viti. Nel corso degli anni, Harlan si è affermata come un marchio estremamente forte con una crescita di alto valore. La maggior parte dei principali scrittori ha contribuito a posizionare i vini di Harlan in cima alla gerarchia, il che porta anche domanda da tutto il mondo.

Hundred Acre è una cantina che prende il nome dalla foresta immaginaria di Winnie the Pooh (Hundred Acre Wood – Il bosco dei Cento Acri). Difficilmente potrebbe essere più americana, tuttavia la cantina Hundred Acre è stata fondata da un canadese, Jayson Woodbridge. Oggi, il nome è riconosciuto a livello internazionale ed accompagna un marchio forte. Hundred Acre è, infatti, una cantina che produce alcuni dei vini Cabernet Sauvignon più puri, a base di frutta proveniente da singoli vigneti nelle regioni montuose. L'approccio senza compromessi del proprietario carismatico si traduce in vini di grande intensità e spalle larghe. Si tratta di vini che anno dopo anno vengono premiati con 100 punti da The Wine Advocate e da altri importanti critici.

Inglenook e Francis Ford Coppola

Oggi ci sono molte celebrità nella Napa Valley, ma lui arrivò qua come enologo prima di diventare davvero famoso. Francis Ford Coppola stava già acquisendo vigneti negli anni '70 dopo aver fatto i suoi primi soldi per il primo film del Padrino. La storia di come Inglenook passò dalla grandezza alla sua caduta e per risorgere nuovamente costituisce abbastanza materiale per un film. Immaginate se fosse stato Francis Ford Coppola stesso a dirigerlo?

Francis Ford Coppola è stato cresciuto da antenati italiani, quindi fare vino per il proprio consumo è sempre stato naturale per lui. Una volta guadagnati i suoi propri soldi, fu in grado di iniziare il suo sogno di riunire una delle grandi avventure della storia nella Napa Valley, Inglenook. Iniziò acquisendo una parte dei vigneti che erano in vendita negli anni '70. Più tardi, gli edifici e i nomi furono sottratti indebitamente dai grandi investitori, e una bottiglia di Inglenook costava $ 2 al supermercato, noto come un mandrino da due spicci, piuttosto che un vino di un acclamato produttore della Napa Valley.

Alla fine degli anni '90, Francis acquisì gli ultimi vigneti, e poi gli edifici. Oggi, Inglenook apppare migliore che mai. L'enologo è Philippe Bascaules, che produce anche il vino dello Château Margaux a Bordeaux. Annate recenti attestano che lo storico Inglenook è tornato tra i principali produttori della Napa Valley.

Chateau Montelena ha una storia che risale al 1882 ma ha trovato la gloria solo quando il loro Chardonnay ha vinto la famosa "degustazione di Parigi" nel 1976, battendo i migliori vini della Borgogna. Oggi, Chateau Montelena è considerato un produttore estremamente stabile nella fascia migliore dello spettro dalla Napa Valley sia per i suoi vini rossi che bianchi - Chateau Montelena cavalca ancora il successo.

Beringer Vineyards è la più antica cantina a funzionamento continuo nella Napa Valley. Beringer produce vini provenienti da molte regioni della California, ma il nucleo resta nella Napa Valley. Beringer è una cantina che ha sicuramente contribuito a plasmare la regione. Nel 2015, l’ultima aggiunta alla famiglia, Jacob Beringer, ha preso le redini. Oggi, Beringer è meglio conosciuto per le loro grandi produzioni, ma i loro migliori vini sono ancora ottimi esponenti della Napa Valley.

Screaming-Eagle-RareWine Screaming Eagle è una delle stelle più brillanti della Napa Valley.

Il Futuro della Napa Valley

L'America è la terra delle opportunità, e le opportunità sono molte per la Napa Valley. Le sfide maggiori sono senza dubbio legate al clima, che negli ultimi anni ha causato siccità nei vigneti e, purtroppo, ha causato anche diversi incendi boschivi nella zona.

La qualità, nonostante le sfide climatiche, è più alta che mai in tutta la valle. Le migliori cantine sono ora tra le élite assolute in tutto il mondo, e le nuove che stanno emergendo hanno prodotti davvero interessanti da offrire.

Cabernet Sauvignon ha dettato la moda nella Napa Valley per molti decenni, e probabilmente continuerà ad essere così per molti anni a venire. La Napa Valley è sicuramente uno dei posti migliori al mondo dove lavorare con Cabernet Sauvignon e non può più essere definito un'imitazione di nulla - ha sicuramente stabilito il proprio stile.

Inoltre, per gli investimenti, stanno iniziando ad accadere cose interessanti ai migliori vini americani, dove la qualità è alla pari e talvolta supera i migliori vini francesi. I critici del vino hanno certamente preso atto dei migliori vini americani, dove si sono registrati costanti aumenti dei prezzi con l'aumento della domanda. Di conseguenza, ora ci sono una buona manciata di vini americani della Napa Valley che possono essere classificati come vini da investimento.

Se vuoi saperne di più su quali vini Napa Valley offriamo attualmente per l'investimento, non esitare a compilare il modulo in fondo a questa pagina e ti contatteremo il prima possibile.

Contatta RareWine Invest

Compila il modulo per essere contattato da noi il prima possibile