Articolo - 31. dicembre 2019

È Passato un Decennio: 10 Investimenti in Vino Incredibili

Immergiti nel decennio appena passato e con questi 10 vini che hanno fornito rendimenti solidi e fatto brindare gli investitori. Una regione in particolare è stata eccezionale

Da Rendimenti Solidi a Quello Altissimi

Il nuovo anno si avvicina e ci stiamo avvicinando ad un nuovo decennio. Questa è una grande occasione per guardare indietro ad alcuni degli investimenti in vino più strabilianti che hanno prodotto da rendimenti solidi ed eccezionali negli ultimi 10 anni. Ad esempio, come suona un ritorno di oltre il + 1500%? E riesci a indovinare dove puoi trovare un rendimento tale? Abbiamo fatto una passeggiata negli archivi e raccolto a mano 10 investimenti di vino incredibili da varie regioni, che negli ultimi 10 anni hanno deliziato gli investitori di tutto il mondo.

10: 2001 Le Pin (+ 121,3%)

Bordeaux è stata storicamente sede di alcuni dei vini migliori e più illustri e, per molti, rimane la roccaforte dei vini d'investimento. Nonostante ciò, l'andamento dei prezzi tra i vini di Bordeaux in generale non è stato più festoso negli ultimi anni. Consigliamo ancora di tenere Bordeaux nel portafoglio e le ragioni di ciò sono l'icona di Bordeaux Le Pin e, naturalmente, Petrus.

Il 2001 è stata una delle annate migliori di Pomerol e Le Pin ha dato così agli investitori un rendimento medio annuo di + 8,3% negli ultimi 10 anni.

Prezzo ca. € 3.300 *

9: 2005 Clos de Tart (+ 129,2%)

Il conglomerato di lusso Artemis ha acquisito nel 2018 l'iconico monopolio della Borgogna Clos de Tart e ha ulteriormente aumentato il potenziale di investimento del dominio. Sebbene questa notizia renda il futuro incredibilmente eccitante per Clos de Tart come asset di investimento, il ritorno storico sull'annata 2005 testimonia anche un potenziale entusiasmante in Clos de Tart.

2005 Clos de Tart ha prodotto negli ultimi 10 anni un rendimento medio annuo di + 8,6%.

Prezzo ca. € 550*

Clos de Tart Clos de Tart

8: 2002 Giacomo Conterno Barolo Monfortino (+ 185,7%)

Giacomo Conterno è uno dei maggiori produttori piemontesi e il vino di alto livello Monfortino è considerato il primo Barolo genuino. Abbiamo riferito in diverse occasioni come l'interesse per i migliori vini italiani stia aumentando, ma guardando indietro negli ultimi 10 anni, l'interesse storico per Monfortino non è da sbagliarsi.

Il 2002 è stata un'annata eccezionalmente povera a Barolo, ma il Monfortino 2002 ha comunque prodotto un rendimento medio annuo di + 11,1% negli ultimi 10 anni.

Prezzo ca. € 800*

Leggi tutto sul Monfortino nel nostro consiglio d'investimento di ottobre: : Il Primo Vero Barolo Guadagna +25,6% in 12 mesi (in inglese)

7: 1995 Salon (+ 282,4%)

Una volta che avrai assaggiato dello Champagne maturo, non potrai più farne a meno. Lo stesso vale per Salon e se combinate queste condizioni creano le basi per interessanti investimenti in Champagne. Sebbene le giovani annate di recente abbiano mostrato una buona forma, le annate mature stanno dimostrando il vero potenziale di investimento di Salon.

L'annata 1995 di Salon è solo un esempio di forti investimenti in Salon e ha prodotto il + 14,4% in rendimenti medi annui negli ultimi 10 anni.

Prezzo ca. € 650 *

Leggi la nostra ultima analisi su Salon qui: Lo Champagne di Salon: Non ce n’è di Più Puri

Champagne Salon Champagne Salon

6: 2004 DRC Richebourg (+ 343,3%)

Nel leggendario vigneto Grand Cru, Richebourg, le icone crescono fianco a fianco; DRC, Leroy e Grivot, solo per nominare i più importanti. Qui tutti contribuiscono positivamente al marchio Richebourg in modo che l'interesse sia mantenuto tra gli amanti del vino di tutto il mondo.

E se c’è Domaine de la Romanée-Conti stampato sulla bottiglia può essere più emozionante investire a Richebourg dove l'annata 2004 negli ultimi 10 anni ha dato un rendimento medio annuo del + 16,1%.

Prezzo ca. € 2.500*

5: 2004 DRC Romanée-Conti (+ 352,4%)

Quando l'argomento è investimenti straordinari in vino, la Borgogna è semplicemente impossibile da aggirare e sarebbe inutile non includere l’imponente Domaine de la Romanée-Conti. La produzione dell'omonimo vino Romanée-Conti è estremamente limitata (circa 6.000 bottiglie all'anno) e questo, combinato con l'elevata domanda, ha reso Romanée-Conti, insieme agli altri vini del Domaine, interessanti asset di investimento.

2004 DRC Romanée-Conti negli ultimi 10 anni ha prodotto un rendimento medio annuo di + 16,3%.

Prezzo ca. € 16.700*

Domaine de la Romanée Domaine de la Romanée

4: 2006 Coche-Dury Meursault (+ 361,8%)

Investire nel vino bianco ha grandi potenzialità in futuro e, proprio come tra i migliori vini italiani, anche qui l'interesse sembra aumentare. Guardando indietro agli ultimi 10 anni ci sono molti buoni esempi di grandi investimenti in vino bianco e Coche-Dury e il Meursault del domaine sono sicuramente tra questi.

L'annata 2006 di Meursault Blanc di Domaine Coche-Dury ha prodotto un rendimento medio annuo di + 16,5% negli ultimi 10 anni.

Prezzo ca. € 510*

3: 2002 Armand Rousseau Chambertin (+ 651,0%)

Domaine Armand Rousseau produce vino di cui molti hanno sentito parlare, ma pochi sono fortunati ad assaggiare. Il vino di alto livello del dominio, Chambertin, dall'omonimo vigneto Grand Cru è stato soprannominato "Il Napoleone del Vino" e testimonia che questo è qualcosa di abbastanza speciale. Con una produzione di meno di 10.000 bottiglie all'anno di questo famoso vino, non è qualcosa che acquisti facilmente – e questo ha segnato il prezzo negli ultimi 10 anni.

2002 Armand Rousseau Chambertin ha prodotto un rendimento medio annuo del + 22,3% negli ultimi dieci anni.

Prezzo ca. € 2.950*

Armand Rousseau Chambertin Armand Rousseau Chambertin

2: 2005 Comte Liger-Belair La Romanée Magnum (+ 689,5%)

Se fai un viaggio alla mecca del vino, Vosne-Romanée in Borgogna, vedrai molti turisti godersi la vista del leggendario vigneto Romanée-Conti di DRC. Ma se vai a nord, lungo la piccola strada, incontri invece un altro monopolio Grand Cru – La Romanée di Comte Liger-Belair. Nonostante l'interesse di molti turisti vada spesso verso Romanée-Conti non bisogna sbagliare sul fatto che i vini di La Romanée sono tra i più prestigiosi e ricercati al mondo. Qualcosa che potrebbe essere visto anche negli aumenti dei prezzi, ad esempio, dell'annata 2003.

Negli ultimi 10 anni il conte Liger-Belair La Romanée ha realizzato un rendimento medio annuo del + 23,0%.

Prezzo ca. € 10.300**

1: 2002 Domaine Leroy Musigny (+ 1.551,8%)

Musigny è il vino di alto livello del leggendario Domaine Leroy. Parlando del vino più costoso, prestigioso, esclusivo e ricercato, Domaine Leroy è in realtà solo in vera competizione con DRC e Musigny solo con Romanée-Conti. L'altissima qualità è enfatizzata dal fatto che i vini Premier Cru del dominio sono spesso costosi come i vini Grand Cru dei grandi produttori della Borgogna.

Leroy Musigny è qualcosa di abbastanza straordinario che testimonia anche un rendimento medio annuo negli ultimi 10 anni dell'annata 2002 del + 32,4%.

Prezzo ca. € 29.550**

 

* Prezzo per bottiglia in confezioni intere, in perfette condizioni ex. IVA, dazi e imposte

* * Prezzo per bottiglia sfusa in perfette condizioni ex. IVA, dazi e imposte

 

La cronologia dei prezzi è dedotta da Liv-ex, ma convalidata e adattata da Rare Wine Invest per formare l'immagine più rappresentativa. I vini in questo articolo non sono attualmente in vendita presso Rare Wine Invest, quindi la consegna a domicilio dei vini esatti non può essere garantita al prezzo di cui sopra.

Contatta RareWine Invest

Compila il modulo per essere contattato da noi il prima possibile