Articolo - RareWine Academy

Cambiamenti Significativi A Domaine De La Romanée-Conti Rendono Interessante Il Futuro

Il leggendario Aubert de Villaine si è ritirato, e questo potrebbe essere decisivo per il futuro. Continua a leggere per avere un'idea dei nuovi sviluppi nel Domaine di fama m

Nuove Forze A Domaine De La Romanée-Conti

Anche per un produttore iconico come Domaine de la Romanée-Conti, ci possono essere cambiamenti significativi che sono difficili da ignorare. Negli ultimi anni, non uno, ma due grandi cambiamenti hanno avuto luogo presso probabilmente il produttore di vino più famoso del mondo.

Il mondo del vino è meraviglioso e l'espressione e la qualità di un vino si riflettono nella sua gestione, in vigna e in cantina. Tutto ha un impatto sul risultato finale, motivo per cui l'apprendistato è un elemento essenziale al Domaine de la Romanée-Conti.

Ora è arrivato un nuovo enologo e persino il leggendario Aubert de Villaine si è ritirato dopo oltre 50 anni alla guida del Domaine de la Romanée-Conti. Si tratta di due enormi cambiamenti che potrebbero potenzialmente avere un impatto importante sul futuro di DRC. Le loro intenzioni non sono ancora chiare, ma qualcosa è trapelata attraverso Wine Advocate, Vinous e Winehog, che hanno fatto una chiacchierata con il nuovo maestro di cantina, Alexandre Bernier, durante una visita a DRC. Questi indizi sono stati messi insieme in questo articolo, dove puoi scoprire di più sul futuro del Domaine de la Romanée-Conti.

Nuovo Maestro Di Cantina Dopo 32 Anni A Domaine De La Romanée-Conti

Dopo 40 anni a Domaine de la Romanée-Conti, il maestro di cantina Bernard Noblet ha deciso di dimettersi nel 2018. Nel Domaine, c'è una tradizione di anni di apprendistato, ed è esattamente così che Bernard Noblet stesso è stato addestrato nei primi giorni. Nel 1978, Bernard seguì le orme del padre in cantina, e quando suo padre si fece da parte nel 1986, Bernard assunse il titolo di maestro di cantina . E così, nel miglior stile Jedi, vengono allevati i maghi della cantina. È quindi sorprendente vedere quanti cambiamenti siano già avvenuti nella cantina del Domaine de la Romanée-Conti, ora che Bernard è andato in pensione.

Bernard Noblet può essere accreditato con alcune annate sorprendenti prodotte nei suoi giorni di cantina e merita il massimo rispetto. Il nuovo maestro di cantina, Alexandre Bernier, ha lavorato in cantina per otto anni per conoscere i vini nel miglior modo possibile. Alexandre Bernier è un enologo qualificato e in precedenza ha lavorato in biodinamico presso Domaine Chanson di Beaune. E sebbene Domaine de la Romanée-Conti si sforzi per garantire la continuità, Alexandre probabilmente ha i le sue preferenze e le sue idee, che ora stanno iniziando ad apparire nei vini.

Domaine de la Romanée-Conti

Nuove Botti In Cantina DRC

Il lavoro in cantina è un'arte, dove anche le piccole decisioni hanno un impatto sull'espressione finale dei vini. Così, le botti del produttore Francois Frère hanno lavorato in cantina a Domaine de la Romanée-Conti. Le loro botti hanno un profilo aromatico distintivo a causa di una combustione relativamente espressiva.

Tuttavia, nuove botti sono state aggiunte alla cantina, il che è abbastanza normale. Le nuove botti provengono da produttori con impronte più delicate sui vini - quindi il frutto sarà più dominante nel gusto. I nuovi produttori di botti in cantina includono Seguin Moreau, La Grange, Damy e Taransaud, tutti produttori nella "Barrel Super League" assoluta, se tale può essere definita.

Lavorano ancora con botti nuove al 100% per tutti i vini, ma in uno stile completamente nuovo. Queste sono botti che vengono bruciate a una temperatura più bassa e generalmente danno meno sapore ai vini. Quanto sopra si adatta bene a una dichiarazione fatta da Aubert de Villaine alla presentazione dell'annata 2019 a Londra: "l'obiettivo del domaine è che il legno sia 'totalmente invisibile nel sapore e nell'aroma".

Imbottigliamento In Una Fase Precedente

Inoltre, anche l'imbottigliamento dei vini è stato spostato in avanti, e la svinatura (dove i vini vengono spostati da una botte all'altra) in cantina è cambiata. I vini che sono appena stati travasati sono sbilanciati e non ottimali da degustare. Ciò ha fatto sì che alcuni critici che hanno visitato DRC non abbiano potuto degustare tutti i vini. L'imbottigliamento anticipato consente una maggiore attenzione al frutto nei vini finali, senza compromettere la qualità.

La Quantità Di Solfiti È Diminuita

L'ultima modifica divulgata al pubblico riguarda il livello di solfito sia nella produzione che nell'imbottigliamento. Nei tempi moderni, la maggior parte dei produttori vorrebbe abbassare questo, e questo è anche il caso di Domaine de la Romanée-Conti. Apparentemente, hanno smesso di usare solfiti durante la produzione del tutto e hanno ridotto al minimo la quantità all'imbottigliamento.

Può Essere Percepito Nei Vini?

Il confronto delle note di degustazione della critica che ha avuto il piacere di assaggiare le annate recenti suggerisce che siano caratterizzate da aromi più ariosi con più frutta fresca e maggiore intensità di sapore rispetto al passato. Questa è una combinazione di entrambi i cambiamenti in cantina e di alcune annate davvero buone in termini di qualità.

Le valutazioni assegnate, in particolare l'annata 2019 con 100 punti da Vinous per il vino top Romanée-Conti, sono leggermente superiori rispetto agli ultimi anni. Sembrerebbe che la combinazione di innovazione in cantina e vigneto e un paio di buone vendemmie abbiano aiutato i vini.

Domaine de la Romanée-Conti

Aubert De Villaine Si Ritira

Il leggendario Aubert de Villaine è stato l'uomo che ha plasmato l'immagine del Domaine negli ultimi decenni. È ed è sempre stato un perfetto ambasciatore per il Domaine e i loro vini. È con noi dal 1965, motivo per cui molti lo considerano l'epitome del Domaine de la Romanée-Conti.

La proprietà del Domaine de la Romanée-Conti è divisa tra due grandi famiglie in Borgogna: la famiglia de Villaine e la famiglia Leroy. La gestione quotidiana sarà effettuata da un manager per ogni famiglia. De Villaine è stato rappresentato da Aubert fin dai primi anni 1970, ma recentemente si è fermato e Aubert si è ritirato. L'altra metà è ora gestita da Perrine Fenal - figlia della stessa Madame Lalou Bize-Leroy.

Ora che Aubert de Villaine è in pensione, sta consegnando la sua quota a suo nipote Bertrand de Villaine, che è subentrato ufficialmente nel dicembre 2021. Bertrand, tuttavia, assiste lo zio da molto tempo, motivo per cui l'apprendistato non è solo in cantina. Questa posizione non può essere ottenuta se non con decisione diretta della famiglia.

Il Futuro Di Domaine De La Romanée-Conti

Un marchio di potere come Domaine de la Romané-Conti sapeva ovviamente che sarebbe arrivato un giorno in cui sia Aubert de Villaine che Bernard Noblet avrebbero dovuto passare il testimone a una nuova generazione. Quel giorno è ormai arrivato, e naturalmente ci si aspetta che gli anni di apprendistato abbiano dato i loro frutti.

Pertanto, non aspettatevi nulla di diverso da una ulteriore ottimizzazione. Domaine de la Romanée-Conti continua sulla strada della perfezione, che è stata negli anni sempre la loro idea di vinificazione. Una formazione approfondita e il reclutamento all'interno delle proprie linee significa, con ogni probabilità, che il futuro è in mani sicure per quello che è forse il vino più iconico del mondo.

Contatta RareWine Invest

Compila il modulo per essere contattato da noi il prima possibile