Articolo - RareWine Academy

Chambolle-Musigny Offre Grand Cru Leggendari E Superbi Premier Cru

La Borgogna è la roccaforte della finezza del vino e la qualità di Chambolle-Musigny contribuisce notevolmente a questa nomea. In questo articolo puoi saperne di più su questa

I Magnifici Cinque In Borgogna

La Borgogna ospita alcuni dei migliori produttori di vino del mondo. La Borgogna è magia. E la Borgogna è complessità. Per avere una migliore panoramica della Borgogna e dei suoi migliori vini rossi, è necessario entrare nei dettagli. L'intera regione della Borgogna misura 230 chilometri da Chablis a nord a Macon a sud. Concentrandosi sulla Cote d'Or le dimensioni sono ridotte a 65 chilometri.

La Cote de Nuits a nord occupa 25 chilometri dei 230 chilometri, e questi possono essere ulteriormente ridotti a un tratto di soli 10 chilometri, dove si trovano le migliori denominazioni. La loro posizione è perfetta, anche se l'area è estremamente ridotta. I vini da qua hanno una produzione limitatissima ed una altissima qualità.

Questa serie di articoli si concentra sulle cinque denominazioni principali: Gevrey-Chambertin, Morey-Saint-Denis, Chambolle-Musigny, Vougeot e Vosne-Romanée. Il suolo e l'esposizione sono descritti e vengono evidenziati i principali vigneti Grand Cru e Premier Cru.

Chambolle-Musigny

Chambolle-Musigny è sempre stato considerato il comune che produce i vini più equilibrati. Esso è leggermente più grande di Morey-Saint-Denis e ci sono "solo" due vigneti Grand Cru. Uno, tuttavia, è il mitico Musigny Grand Cru, che si colloca tra i cinque più importanti di tutta la Borgogna, insieme a Chambertin, Clos de Beze, Romanée-Conti e La Tâche. Sulla strada da Musigny a Bonnes-Mares, all'altra estremità di Chambolle-Musigny, ci sono una serie di eccellenti vigneti Premier Cru. Al di sotto di questi, i vigneti a denominazione Village offrono vini nello stile distintivo del comune, offrendo una ricchezza di esperienze sontuose.

I vini di Chambolle-Musigny non sono né i più tannici né i più ricchi della Borgogna. Sono vini leggeri ed eleganti nell'espressione e con una grande intensità di fondo che dona equilibrio. I vini rappresentano per molti il picco supremo della Borgogna - esclusivamente sulla base della loro leggerezza e finezza.

Chambolle-Musigny è anche un comune con cui i relativamente pochi produttori hanno un forte legame. C'è una buona atmosfera nel villaggio, e tutti concordano sul fatto che anche il vicino fa del buon vino. Tuttavia, ci sono alcune stelle che brillano un po' più luminose: Roumier, Mugnier e Vogüe.

Vogüe

Suolo Ed Esposizione A Chambolle-Musigny

Chambolle-Musigny si trova nel mezzo dei cinque grandi comuni del vino rosso in Borgogna. I vigneti hanno le loro migliori parcelle proprio dove il pendio si appiattisce.

Il pendio è intersecato in più punti da piccole depressioni, a causa di vecchi corsi d'acqua. Queste aperture aiutano a dividere il comune di Chambolle-Musigny in due parti: nord e sud. Il villaggio stesso si trova nel mezzo, e i due stili possono essere facilmente distinti su entrambi i lati. A nord del villaggio si trova il Bonnes-Mares Grand Cru con i vigneti Premier Cru circostanti. Questo è al confine di Morey-Saint-Denis, e anche lo stile va un po’ in quella direzione con un focus sulla frutta. A sud del villaggio si trova la strada per Vougeot, e poi proprio all'interno del comune di Chambolle stesso si trova il famoso Musigny Grand Cru, rinomato per l'intensità e la complessità. È, come detto, uno dei migliori vigneti in assoluto della zona - se non del mondo.

In totale, il comune ha 26 ettari di vigneti Grand Cru e 61 ettari di vigneti Premier Cru. I restanti quasi 90 ettari sono classificati come Village Chambolle-Musigny.

Grand Cru a Chambolle-Musigny

Ci sono solo due vigneti Grand Cru a Chambolle-Musigny, ma non da poco: Bonnes-Mares a nord e Musigny a sud del comune. Entrambi con espressioni diverse che mostrano ogni lato del carattere di Chambolle-Musigny.

Bonnes-Mares

Il vigneto di Bonnes-Mares si trova di fronte, e un parzialmente all'interno, al comune di Morey-Saint-Denis. Circa 1,5 ettari si trovano a Morey-Saint-Denis e circa 13,5 ettari a Chambolle-Musigny. Il vicino a nord è il muro di pietra di fronte a un altro vigneto Grand Cru, Clos de Tart, e lo stile può essere simile nei vini di Bonnes-Mares. Il vigneto si trova in un sito con una buona pendenza, che garantisce un corretto drenaggio. Sorge da 265 a 300 metri e ci sono più di 20 proprietari sul vigneto, tutti producono vini molto ambiti. La differenza di stile è dettata da una linea diagonale dal basso all'estremità sud del vigneto verso l'alto. Nella parte superiore, il terreno è più pesante e produce vini più complessi - sotto la linea, il terreno è più leggero e luminoso. Alcuni produttori hanno parcelle in diversi punti del vigneto e le mescolano per raggiungere il giusto equilibrio nei vini.

Il più grande proprietario terriero a Bonnes-Mares è il conte Georges de Vogüe con 2,67 ettari, ma ci sono diversi buoni produttori oltre a Vogüe che dovrebbero essere menzionati. Roumier con i suoi 1,89 ettari è un vero punto di riferimento a Bonnes-Mares. Mugnier ha solo 0,36 ettari in vigna, non produce molte botti, ma d'altra parte ha una altissima qualità. Domaine d'Auvenay, gestito dalla leggendaria Madame Leroy ha un appezzamento molto piccolo nel terreno soffice e rilascia uno dei vini più costosi ed eleganti da qui.

Il Mitico Musigny...

Il nome Musigny regala senza dubbio i brividi a tutti gli amanti del vino. Musigny è mitico. Musigny è magico. Da Musigny provengono alcuni dei migliori vini della Borgogna. Musigny è il simbolo per eccellenza dell'eleganza. Insieme a Chambertin e ad alcuni vigneti monopole a Vosne-Romanée, parliamo dell’olimpo dei Grand Cru in Borgogna.

Il vigneto è diviso in tre parti: all'estremo nord si trova Les Musigny o Grand Musigny, appena a sud c'è Les Petits Musigny, e infine c'è La Combe d'Orveaux. Inoltre, ci sono due piccoli appezzamenti sul lato opposto della strada, che fanno anch’essi parte di Musigny.

Il conte George de Vogüe è quasi monopolista, con i suoi 7,12 ettari sui 10,85 totali. Non c'è dubbio che Vogüe faccia un Musigny superbo, ma la grandezza del vigneto è anche fortemente enfatizzata dagli altri vini prodotti qui.

La regina di Borgogna Madame Lalou Bize-Leroy è con il suo Musigny attualmente il vino più costoso sul mercato al momento del rilascio. In effetti, Henri Leroy scelse di battezzare sua figlia Lalou con le loro gocce di Musigny. Lalou Bize-Leroy e Musigny sono stati la coppia perfetta fin dall'inizio.

Inoltre, Roumier con la sua unica botte produce anche lui un'espressione davvero desiderabile di Musigny. Tuttavia, anche altre versioni di Mugnier, Prieur o Vougeraie non dovrebbero essere sottovalutate: tutte aiutano a sottolineare il livello imponente di questo leggendario vigneto. I vini di Musigny sono nella lista dei desideri di tutti, ma i prezzi e le quantità significano che solo pochi hanno l'opportunità di averli.

Leroy Musigny

Premier Cru a Chambolle-Musigny

Per le aree classificate come Premier Cru a Chambolle-Musigny, accade qualcosa di simile che a Morey-Saint-Denis: molti piccoli appezzamenti le cui uve sono spesso miscelate per produrre abbastanza vino da essere rilevanti in un'impresa commerciale. Saranno quindi semplicemente chiamati Chambolle-Musigny Premier Cru sull'etichetta senza alcuna indicazione della parcella. Tuttavia, ci sono produttori locali che valorizzano ogni piccola parcella e la imbottigliano con il nome del vigneto su di essa.

Inoltre, c'è un lieu-dit (area enologica) in particolare che si trova ad un livello appena al di sotto di Grand Cru, così come molti altre parcelle davvero valide, di dimensioni ragionevoli. Questi sono esaminati qua di seguito. 

Les Amoureuses

Les Amoureuses significa "gli amanti". La sua superficie è di 5,4 ettari e solo uno dei più di 10 proprietari ha più di un ettaro. Il risultato di queste piccole quote sono vini mitici prodotti in quantità infinitamente piccole. Lo stile dei vini è elegante fin dall'inizio, ma solo dopo 20 o più anni si aprono a tutte le sfaccettature e mostra la sua grandezza.

Les Amoureuses è considerato uno dei tre migliori vigneti Premier Cru in Borgogna, alla pari con Cros Parantoux a Vosne-Romanée e Clos Saint-Jacques a Gevrey-Chambertin. Questi tre offrono vini al livello appena sotto Grand Cru con grande stabilità su diverse annate. Alcuni produttori scelgono di valutare le loro Les Amoureuses allo stesso livello dei loro vini Grand Cru.

Il vigneto si trova appena sotto Musigny. Groffier possiede la maggior parte del vigneto con 1,07 ettari, ma le versioni più ambite provengono da Roumier, Mugnier e Vogüe.

Les Charmes

Con quasi 10 ettari, Les Charmes è uno dei più grandi vigneti Premier Cru di Chambolle-Musigny, e da esso vengono prodotti diversi buoni vini, in quantità tali da rendere il vigneto visibile sul mercato. Questo vigneto si trova quasi sulla stessa parte del pendio di Les Amoureuses, solo un po’ più a nord. In generale, i vini sono di alta qualità con il tipico fascino di Chambolle-Musigny.

Il più grande proprietario terriero è Amiot-Servelle con 1,27 ettari. Tuttavia, il vino più richiesto è la piccola quantità prodotta dal famoso Domaine Leroy, solo 0,23 ettari.

Les Fuées

Les Fuées è un interessante vigneto appena dopo Bonnes-Mares sulla strada da Morey-Saint-Denis al villaggio di Chambolle. Quando un vigneto Premier Cru si trova proprio accanto a un vigneto Grand Cru, c'è la possibilità di acquistare oro a un prezzo d'argento. E questo è il caso di Les Fuées.

Qui c'è uno strato di terreno leggermente più profondo, e i vini di qui assomigliano a Bonnes-Mares - solo senza la stessa complessità. In totale, il vigneto misura 4,38 ettari e nessuno possiede più di un ettaro. Mugnier possiede la maggior percentuale della terra a Les Fuées con 0,71 ettari e produce uno dei vini più ambiti dal vigneto. Faiveley ha un appezzamento molto apprezzato di soli 0,19 ettari.

Il futuro di Chambolle-Musigny

Come accennato, ci sono più di 90 ettari a denominazione Village a Chambolle-Musigny. Contribuiscono notevolmente alla grande immagine di tutto Chambolle-Musigny, poiché la maggior parte di questi vigneti ha un'ottima posizione e un livello qualitativo del terreno elevato.

La concorrenza è agguerrita nella roccaforte francese del vino, e questo ovviamente significa che Chambolle-Musigny sta dando agli altri comuni del filo da torcere, per la gioia di tutti gli amanti del vino del mondo. Musigny è un iconico Grand Cru e Bonnes-Mares è un terreno fertile per la gloria.

Le classificazioni non sono un ostacolo a Chambolle-Musigny, come testimoniano gli alti livelli Premier cru e Village. I vini ariosi di Chambolle-Musigny sono richiesti in tutto il mondo e non c'è nulla che suggerisca che l'interesse diminuirà in futuro, anzi.

Contatta RareWine Invest

Compila il modulo per essere contattato da noi il prima possibile